Nem Cuon è il vero nome di questa delizia asiatica conosciuta in tutto il mondo con nomi diversi: Banh trang cuon, Goi cuon, involtini primavera vietnamiti, involtini di insalata oppure involtini estate. A noi piace chiamarli “Involtini Vietnamiti”; sono i tipici involtini di carta o sfoglia di riso della cucina tradizionale vietnamita che vengono serviti tendenzialmente come antipasto.

La loro caratteristica principale è la freschezza e la leggerezza perché non sono cotti. Esistono numerose varianti al mondo ma tra gli ingredienti principali non possono mancare i gamberi, i noodles di riso, la lattuga e ovviamente la carta (o sfoglia) di riso. È importante consumare questi involtini entro pochi minuti dalla loro preparazione appunto per preservarne la freschezza.

Non esiste una versione univoca di questo piatto, tra gli ingredienti ricorrenti della cucina tradizionale vietnamita è possibile trovare carne macinata di maiale o di pollo, funghi e verdure. In alcuni casi, per degli involtini a base di pesce, sono presenti anche gamberi tritati da unire alla carne oppure da soli.

La grandissima fama che questi involtini hanno ottenuto in tutto il mondo ha permesso che ogni paese contribuisse ad introdurre degli ingredienti a piacimento rendendo ogni piatto unico nel suo genere. Il ristorante asiatico DOU propone questa delizia orientale come antipasto, in versione molto leggera, ripiena di gamberi e verdure.


 

 

DOU nasce nel 2013 con l’idea di diventare un ristorante capace di creare la più ampia varietà di ravioli, Dim Sum e xiaolongbao mai vista nella ristorazione milanese. L’intera proposta del ristorante si basa in realtà su tre grandi principi. Il primo è la sperimentazione o rivisitazione della cucina asiatica, soprattutto quella cinese.  Qualità e freschezza a tutti i costi fanno parte del secondo principio, mentre il terzo si fonda su l’importanza del servizio e di avere sempre un occhio di riguardo nei confronti della nostra Clientela affinché esca dal nostro ristorante portando con sé un’esperienza culinaria unica”.