E’ in arrivo uno degli eventi più attesi dal mondo cinese, paragonabile al nostro carnevale, che richiama milioni e milioni di persone appartenenti alla popolazione cinese.

Si tratta della “festa del fantasma affamato”, il periodo dell’anno dedicato ai fantasmi che vengono lasciati liberi di vagare sulla terra e di visitare le case dei loro parenti.

Il nome della festa proviene dalla credenza che gli spiriti malvagi, avendo molta fame, vagano per le strade famelici e invidiosi perché sono morti senza aver lasciato discendenti oppure perché sono stati ignorati dai loro parenti in vita.

La festa mira quindi a placare gli spiriti affamati con le preghiere, agitando oggetti colorati giganti a forma di draghi, bruciando monete finte e offrendo miniature di televisori di carta e telefoni cellulari per il loro utilizzo nell’altro mondo.

Secondo le credenze tradizionali cinesi,  questo accade ogni anno a cavallo tra l’ottavo ed il nono mese del calendario solare.

E’ una grande occasione per festeggiare, ascoltare musica, ballare e accendere fuochi e lanterne di carta di ogni stile e dimensione.

Oltre che in Cina, si festeggia anche in posti come il Borneo, le Filippine, e l’Indocina; è tutta una festa a base di fiaccole e lanterne che sta diventando sempre più un evento turistico.

 

 


 

DOU nasce nel 2013 con l’idea di diventare un ristorante capace di creare la più ampia varietà di ravioli, Dim Sum e xiaolongbao mai vista nella ristorazione milanese. L’intera proposta del ristorante si basa in realtà su tre grandi principi. Il primo è la sperimentazione o rivisitazione della cucina asiatica, soprattutto quella cinese.  Qualità e freschezza a tutti i costi fanno parte del secondo principio, mentre il terzo si fonda su l’importanza del servizio e di avere sempre un occhio di riguardo nei confronti della nostra Clientela affinché esca dal nostro ristorante portando con sé un’esperienza culinaria unica”.